fbpx

Birra e cibo, come scegliere il tipo di abbinamento

In questo articolo ti spiego come poter iniziare a creare i tuoi abbinamenti tra la birra e il cibo. Imparerai quali sono le domande da farti per dare una direzione chiara al tuo abbinamento.

Domanda prima di iniziare: “hai seguito il consiglio di cui ti ho parlato in questo articolo? Se non lo hai ancora fatto, leggilo”

Abbinamento tra cibo e birra ha bisogno di un obbiettivo

Oggi ci addentriamo ancora di più nell’argomento e parleremo di come approcciarci all’abbinamento.

Senza alcun dubbio, se stai leggendo questo articolo, è perché vuoi imparare qualcosa in più su come abbinare i tuoi cibi alle tue birre.

Come darti torto, l’abbinamento tra la birra e il cibo è uno dei modi più potenti per amplificare il piacere di ogni tua birra e anche di ogni tuo piatto.

L’ approccio all’abbinamento parla proprio di come raggiungere con più facilità l’obiettivo specifico che ti prefiggi quando pensi ad un abbinamento da goderti per i fatti tuoi o da far provare ai tuoi amici o al tuo partner.

Tutto inizia dal decidere quali sensazioni vuoi provare o far provare e da lì progettare una vera e propria esplosione dei sensi.

L’obiettivo del tuo abbinamento

Il primo punto sul quale fare chiarezza è quale sia l’obiettivo del tuo abbinamento.

Vuoi esaltare il cibo o vuoi esaltare la birra? Vuoi creare armonia cercando di assecondare il cibo con la tua birra oppure vuoi cercare contrasti?

E quei contrasti dovranno andare a cercare delle mancanze da sopperire oppure creare dei veri e propri gusti palatali?

Scoprire come vuoi abbinare il tuo cibo e la tua birra e cosa vuoi ottenere con il tuo abbinamento specifico è il primo passo fondamentale per creare quell’esaltazione del gusto che ci fa esultare di gioia.

Presto parlerò delle tecniche per abbinare e ti darò dei veri e propri consigli generali per riuscire nei tuoi abbinamenti.

Per ora però la cosa più importante è decidere le sensazioni che cerchi dal tuo abbinamento.

Cerchi contrasto? Cerchi armonia? Oppure cerchi di domare i caratteri troppo “aguzzi” di un piatto?

Potresti anche voler esaltare determinate caratteristiche di una birra come, ad esempio, la sua componente amara oppure potresti voler amplificare la componente piccante di un piatto se stai cercando un abbinamento che trasmetta esplosività.

La scelta teorica delle sensazioni che vuoi trasmettere con il tuo abbinamento è fondamentale.

Un passaggio che non potrai saltare. Se non sarai tu a scegliere le sensazioni da provare lo faranno cibo e birra per te e non è detto che trasmettano quello che ti immaginavi in modo poco chiaro.

Con che intento nasce il tuo abbinamento?

Ora tu mi chiederai: “ma l’obbiettivo non era quello di aumentare il piacere in tavola? Quale altro obbiettivo c’è?”

Quello del piacere è il macro obbiettivo, quello che invece c’è bisogno di decidere quando avrai davanti il tuo piatto è se il tuo abbinamento nascerà con l’intento di andare a cercare concordanza tra la birra e il cibo oppure contrasto o ancora se avrà l’intenzione di esaltare di più il piatto che andremo a mangiare o la birra che andremo a bere.

Scegli il tuo obiettivo tra questi tre

  • Concordanza
  • Contrasto
  • Intenzione.

È decidendo la direzione in cui vogliamo andare che possiamo dare vita al nostro abbinamento.

Quando parliamo di un abbinamento che lavora sulle concordanze siamo alla ricerca di un abbinamento armonico che accompagna il palato con sensazioni che vanno nella stessa direzione.

Potremmo chiamarlo un abbinamento comfort che regala sensazioni che non ci destabilizzano, ma che sono molto comprensibili e che guidano il palato verso sensazioni equilibrate tra loro anche se possono essere prorompenti e corpose.

Se parliamo di abbinamento per contrasto, invece, parliamo dell’opposto della concordanza.

Il contrasto è quella sensazione che può scuotere il nostro palato, richiama il cervello all’attenzione sul piatto e sul cibo e non sempre è piacevole.

Di solito, infatti, quando si parla di “gusto” in generale si pensa più a un mare calmo, limpido e chiaro più che a un mare in tempesta . Nonostante ciò l’abbinamento per contrasto è in grado di andare a completare cibi troppo dolci o troppo amari.

Il contrasto crea completamento e spesso ci regala quel guizzo palatale che ci fa capire che siamo davanti a qualcosa di diverso, ma che ci regala sensazioni positive.

Ed infine c’è l’abbinamento per intenzione che è al tuo servizio quando vuoi far conoscere il tuo piatto forte a qualcuno oppure vuoi far conoscere la tua birra preferita a qualche tuo amico o tua amica che non ne beve molta.

Basterà che tu decida chi dei due vuoi esaltare e quali sono i punti forti dell’uno e dell’altro e giocare di contrasto o di armonia ricordandoti che questo è un raro caso nel quale è ammesso che il cibo sovrasti la birra o viceversa a seconda del tuo intento.

Fatto questo importante passo in ti resta che procedere con questo articolo per poi passare agli esempi di abbinamento che ti consiglio.

Segui BIRRA for Beginners su Facebook e su Instagram

Diventa TrueFan e scarica gratis

Iscriviti alla Newsletter gratuita. Diventa TrueFan e ricevi subito (gratis):

le due guide (sulla storia e sugli stili), le tre ricette esclusive da cucinare con la birra e l'introduzione del libro.

Ricorda di fare clic sul link che trovi nell'email di conferma (te la inviamo subito dopo aver fatto clic sul tasto giallo)

Iscrivendoti dai il consenso a ricevere solo materiale gratuito.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Iscriviti e ricevi gratis

Iscriviti per ricevere subito i 3 links esclusivi per avere le ricette da preparare e abbinare con la birra.

In più, ogni settimana, riceverai l'e-mail sempre gratuita per stare al passo con la birra

Ricorda di fare clic sul link che trovi nell'email di conferma (te la inviamo subito dopo aver fatto clic sul tasto giallo)

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

(potrai disiscriverti quando vorrai con il link che trovi in fondo ad ogni e-mail che ti invieremo)

Lascia un commento